This content is available in English

++ Reliquia don Bosco rubata: don Cereda (salesiani), “non ci sono novità circa le indagini” ++

“A tutt’oggi non ci sono novità circa le indagini per risalire all’autore del furto della reliquia di Don Bosco; confidiamo nella magistratura inquirente che sta indagando a tutto campo”. Così don Francesco Cereda, vicario del rettor maggiore dei Salesiani, commenta al Sir il decorso delle indagini per il furto del reliquiario contenente il cervello di san Giovanni Bosco, avvenuto nel pomeriggio di venerdì 2 giugno a Colle don Bosco (At). “La notizia del furto ha avuto risonanza in tutto il mondo, come espressione dell’amore a don Bosco”, osserva don Cereda, per il quale “è questo il significato di una reliquia di un santo: offrire un elemento visibile e tangibile per favorire l’invocazione e l’imitazione del santo. Così è di don Bosco, che continua a essere amato e invocato per i giovani, specialmente i più bisognosi e poveri”. “Ci auguriamo e preghiamo perché questa reliquia possa ritornare presto al suo posto al Colle Don Bosco – conclude il vicario del rettor maggiore dei Salesiani – precisamente nel luogo dove don Bosco stesso è nato”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy