Notizie Sir del giorno: aggressione a Notre Dame, Bindi su possibile scarcerazione Riina, Relazione europea droga 2017

Parigi: aggressione a Notre Dame. Dalle (Ufficio comunicazioni diocesi), al momento dell’attacco “900 persone sono state bloccate in cattedrale. Atmosfera calma, ma anche forte tensione”

Sparatoria oggi pomeriggio nei pressi di Notre Dame di Parigi. Sulla spianata davanti alla cattedrale gli agenti hanno sparato a un uomo  che ha tentato un’aggressione a colpi di martello nei confronti di un agente della polizia municipale. Karine Dalle, responsabile dell’Ufficio comunicazioni della diocesi di Parigi, raggiunta telefonicamente dal Sir, si trovava dentro la cattedrale di Notre Dame di Parigi, al momento dell’attacco. “C’è un’atmosfera di calma, ma anche di forte tensione, ha raccontato Dalle. Sul sito della diocesi di Parigi, attraverso tweet, si comunica l’evolversi della situazione alla cattedrale di Notre Dame. L’evacuazione è stata conclusa con calma”. (clicca qui)

Cassazione su Riina: Bindi (Antimafia), “la scarcerazione sarebbe un segnale di cedimento nei confronti della mafia”

“La dignità della persona va garantita in carcere e, per quanto riguarda la situazione di Riina, come Commissione Antimafia riteniamo che sia garantita da strutture sanitarie d’eccellenza che sono nel carcere in cui è detenuto. La sua scarcerazione sarebbe un segnale di cedimento dello Stato nei confronti della mafia che non ci possiamo permettere”. Così Rosy Bindi, presidente della Commissione parlamentare Antimafia, commenta al Sir la sentenza della Cassazione che apre ad un’eventuale scarcerazione di Totò Riina perché gravemente malato.(clicca qui)

Reliquia don Bosco rubata: don Cereda (salesiani), “non ci sono novità circa le indagini”

“A tutt’oggi non ci sono novità circa le indagini per risalire all’autore del furto della reliquia di Don Bosco; confidiamo nella magistratura inquirente che sta indagando a tutto campo”. Così don Francesco Cereda, vicario del rettor maggiore dei Salesiani, commenta al Sir il decorso delle indagini per il furto del reliquiario contenente il cervello di san Giovanni Bosco, avvenuto nel pomeriggio di venerdì 2 giugno a Colle don Bosco (At). (clicca qui)

Droga: in Ue un traffico illecito e criminale per 24 milioni di euro nel 2016. Crescono le morti per overdose

Oltre 93 milioni di europei hanno provato una droga illecita nella loro vita. La droga, oltre a essere una minaccia per la salute, porta con sé un traffico illecito e criminale che nel 2016 ha prodotto nell’Ue un giro di 24 miliardi di euro. Sono due dei dati che Dimitris Avramopoulos, commissario europeo per gli affari interni, ha sottolineato presentando oggi a Bruxelles la “Relazione europea sulla droga 2017” curata dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Emcdda). Tra i principali elementi che emergono: crescono le morti per overdose nell’Ue. (clicca qui)

Ilva: mons. Santoro (Taranto), “non si può prima assicurare una vendita e poi occuparsi delle conseguenze”

“Avevo suggerito un metodo: non si può prima assicurare una vendita e poi occuparsi delle conseguenze, anche con le intenzioni migliori. Occorre fare l’esatto contrario”. Lo dice al Sir l’arcivescovo di Taranto, mons. Filippo Santoro. Il riferimento è alla vendita di Ilva ad Am Investco Italy da parte del governo, sancita ieri da un decreto ad hoc. (clicca qui)

Canali umanitari: delegazione Caritas-Sant’Egidio di ritorno dall’Etiopia, “grave situazione nei campi”

Dal 30 maggio al 2 giugno si è tenuta la seconda missione in Etiopia di Caritas italiana e Comunità di Sant’Egidio, insieme alla fondazione Ghandi, per l’apertura di un canale umanitario verso l’Italia. La delegazione, oltre alle riunioni istituzionali, ha visitato i campi da dove si intende reinsediare i 500 profughi previsti nel protocollo d’intesa firmato con il governo italiano. (clicca qui)

Suor Maria Laura Mainetti: mons. Cantoni (Como), “il nostro auspicio è che il suo cammino verso gli altari sia rapido”

“Il nostro auspicio è che il cammino verso gli altari di suor Maria Laura Mainetti possa essere il più possibile rapido”. È la convinzione espressa al Sir dal vescovo di Como, mons. Oscar Cantoni, in occasione del 17° anniversario dell’assassinio della suora, uccisa a Chiavenna il 6 giugno 2000 da tre ragazze al termine di quello che, loro stesse, definiranno come una sorta di rito satanico. (clicca qui)

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy