Diocesi: Caritas Genova, “morte di fratello e sorella a via Parini mette in luce dramma solitudine”

Un fatto che “mette sicuramente in luce il dramma della solitudine, malgrado il fatto che, in questo caso, esistesse una rete sociale di sostegno”. Con queste parole la Caritas diocesana di Genova descrive il decesso di Franco e Renata Ricciardi, fratello e sorella, che, spiega la stessa Caritas in un comunicato “sono stati trovati deceduti in un appartamento di via Parini, di proprietà delle Fondazione Opere Pie Riunite, nel complesso denominato ‘Villa Cordano’, dove in 8 mini appartamenti trovano una sistemazione transitoria persone e famiglie in emergenza abitativa. Tali appartamenti sono coordinati dalla nostra Caritas diocesana di Genova e le persone che vi trovano accoglienza sono seguite dai servizi territoriali e dai centri di ascolto di riferimento”. “Allo stato attuale delle informazioni in nostro possesso e in attesa di tutti gli accertamenti medici e di indagine – continuano i responsabili di Caritas Genova – la morte contestuale dei Ricciardi non riconduce a cause esterne: non ci sono segni di violenza, di effrazione dell’immobile, di sottrazione di beni. È stato osservato uno stato di magrezza eccessiva dei due fratelli che tuttavia era loro propria, almeno da quando abitavano in via Parini”. “Caritas diocesana – si legge in conclusione della nota diffusa per l’occasione – esprime ringraziamento agli operatori che hanno colto gli allarmi di questa situazione in un tempo relativamente breve, pur senza nascondersi i limiti che la tutela sociale incontra nei confronti di persone che patiscono un disagio complesso”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy