Lotta alla prostituzione: Ramonda (Com. Papa Giovanni), “adesione di Furlan a campagna ‘Questo è il mio corpo’ è tappa fondamentale”

“L’adesione alla campagna ‘Questo è il mio corpo’ del segretario della Cisl, Anna Maria Furlan, rappresenta una tappa importante nella nostra battaglia per la liberazione di tante donne sfruttate sessualmente, battaglia che don Benzi ha iniziato oltre 25 anni fa”. Lo afferma Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII (Apg23), commenta l’adesione alla campagna contro la prostituzione da parte del segretario generale Furlan, avvenuta nel corso del congresso della Cisl, in svolgimento a Roma. “Ci voleva un segretario donna, col suo genio femminile, – osserva Ramonda – per comprendere l’importanza di una battaglia di civiltà, etica e morale, che coinvolge la società nel suo intero. Non esiste una violenza di serie A o di serie B, la violenza che subiscono le donne che si prostituiscono è violenza di genere”. L’iniziativa “Questo è il mio Corpo” (www.questoeilmiocorpo.org), campagna di liberazione per le vittime della tratta e della prostituzione è promossa da Comunità Papa Giovanni XXIII, insieme ad un cartello di associazioni. “La proposta, ispirata al modello nordico, ha l’obiettivo – conclude la nota – di ridurre sensibilmente il fenomeno colpendo la domanda e multando i clienti delle persone che si prostituiscono”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy