Donne: Furlan (Cisl), “no a violenza e sfruttamento”. Presentata “piattaforma” sulla prevenzione

“Voglio ringraziare le tre donne meravigliose che ci hanno fatto l’onore di stare con noi raccontando la loro storia ma soprattutto la loro speranza”. Così la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, al termine della tavola rotonda “Donne: contro ogni forma di violenza”, svoltasi oggi nell’ambito del XVIII Congresso confederale che si chiude domani a Roma, nel corso della quale è stata presentata la “Piattaforma Cisl sulla prevenzione della violenza sulle donne e sui minori“. “Credo che oggi per noi sia una giornata straordinaria e ringrazio don Aldo per averci dato questa opportunità” ha detto rivolgendosi a don Aldo Bonaiuto della Comunità Papa Giovanni XXIII e alle tre donne che hanno portato la loro testimonianza: Gloria,  nigeriana, attualmente sotto la protezione della Polizia di Stato, Stefania, rumena arrivata in Italia a 18 anni, e a Lucia Annibali, aggredita con l’acido nel 2013. “Abbiamo voglia di togliere queste donne dall’inferno”, ha proseguito Furlan invitando a firmare a sostegno della proposta di legge per fermare la prostituzione punendo i clienti: “Diamo ai nostri iscritti l’opportunità di fare un atto generoso e straordinario per poter salvare e riscattare tanto persone”. Ma oltre alla raccolta delle firme, la Cisl da tempo si è attivata con una Piattaforma che “mira ad elaborare proposte concrete e articolate per prevenire e perseguire le violenze esercitate nei diversi contesti nei confronti delle donne”, ha spiegato la coordinatrice delle donne della Cisl, Liliana Ocmin. “È stata pensata – ha detto –  tenendo in considerazione i quasi 7 milioni di donne, solo in Italia, che hanno subito violenza fisica e sessuale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy