This content is available in English

Papa Francesco: a san Pietro e Paolo, “in varie parti del mondo, a volte in un clima di silenzio, tanti cristiani sono emarginati e discriminati”

(Siciliani-Gennari/SIR)

“Anche oggi in varie parti del mondo, a volte in un clima di silenzio – non di rado silenzio complice –, tanti cristiani sono emarginati, calunniati, discriminati, fatti oggetto di violenze anche mortali, spesso senza il doveroso impegno di chi potrebbe far rispettare i loro sacrosanti diritti”. Dopo l’udienza generale del mercoledì interamente dedicata al tema del martirio, questa mattina Papa Francesco è tornato a parlare delle “persecuzioni” che ancora oggi in tante parti del mondo colpiscono le comunità cristiane a causa delle loro fede. “Senza la croce non c’è Cristo, ma senza la croce non c’è nemmeno il cristiano”, ha detto il Santo Padre nella Messa celebrata in piazza San Pietro per la solennità dei santi Pietro e Paolo. Ai cristiani perseguitati Francesco ha detto di andare “avanti con fiducia perché non siamo soli” ed ha ripetuto le parole di Paolo: “In tutto siamo tribolati, ma non schiacciati; sconvolti, ma non disperati; perseguitati, ma non abbandonati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy