Usura: Consulta nazionale, nel 2016 6.911 ascolti e 906 pratiche finanziate con fondi statali”

“Con 6.911 ascolti e 906 pratiche finanziate con fondi statali pari a 22.00.3847 euro” la Consulta nazionale antiusura “Giovanni Paolo II” ha chiuso il bilancio al 31 dicembre 2016. I dati sono stati forniti oggi, in occasione dell’Assemblea annuale della Consulta nazionale antiusura e del convegno “22 Anni di servizio alle persone vittime dell’usura”, che si è tenuto stamattina a Roma. Le 29 Fondazioni antiusura associate alla Consulta nazionale, che operano sul territorio nazionale, “nella ultraventennale attività hanno incontrato 116.091 persone o famiglie e finanziato 19.318 domande per 392.478.138 euro”. Ma “le dimensioni, l’ampiezza della domanda e dell’offerta dell’usura, ‘un mostro a più teste’, si legge nella Relazione annuale, sono indefinibili. È un fenomeno sommerso e complesso che riguarda la società, le sue istituzioni, l’intero sistema economico, caratterizzato da una ambiguità tipica di molte attività illegali”. In tal senso, “il numero delle denunce presentate dalle vittime rappresenta solo la punta di un iceberg, molto condizionate dal contesto ambientale e sociale da cui provengono”. In altri termini, “può accadere che in una regione in cui l’usura è molto diffusa ma esercitata da organizzazioni criminali, le denunce siano inferiori a quelle registrate in un’altra in cui è meno diffusa ma esercitata da micro-usurai”. Nel 2016 il Comitato antiracket e antiusura, così come pubblicato nella Relazione annuale, ha esaminato 2.122 posizioni (gennaio- luglio) di cui 537 di estorsione per 6.473.829 euro e 1.585 di usura per 3.173.011,02, per un totale di 9.646.840,54 euro”.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy