Diocesi: Bologna, sabato 24 mons. Zuppi presiede la veglia di preghiera “Morire di speranza” per ricordare i migranti che hanno perso la vita

In occasione della Giornata mondiale del rifugiato, sabato 24 giugno, alle 19.30 presso la basilica di san Martino Maggiore, l’arcivescovo di Bologna, mons. Matteo Maria Zuppi, presiederà la veglia di preghiera “Morire di speranza” per ricordare tutti coloro che hanno perso la vita nei viaggi della speranza. Si tratta di un’iniziativa promossa da Caritas diocesana di Bologna, Ufficio diocesano Migrantes e Comunità di Sant’Egidio. Analoghe veglie di preghiera si svolgeranno in 32 città italiane e in diverse altre città europee. “Le drammatiche crisi che affliggono Paesi feriti come Siria, Libia, Eritrea, Mali, Afghanistan, costringono le popolazioni a enormi sofferenze – si legge in una nota – spingendo tanti a lasciare la loro terra, mentre i pericolosissimi viaggi continuano a provocare morti tragiche via mare e via terra”. “Parteciperanno alla veglia, fra gli altri, numerosi rifugiati e profughi”, spiegano i promotori, aggiungendo che “durante la preghiera saranno letti i nomi e le storie di quanti hanno intrapreso questo viaggio e sono morti nel tentativo di raggiungere il nostro continente. Un’invocazione perché nasca una cultura di accoglienza, e cessino le morti nel Mediterraneo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy