Politica: mons. Galantino, “chi scrive di una Chiesa che ‘alza bandiera bianca’ o che batte in ritirata si sbaglia”

Le azioni pastorali realizzate nelle diocesi del Sud e da uomini e donne del Sud “rappresentano incoraggiamento e stimolo per un’azione più sapiente e determinata, a favore della legalità e della giustizia sociale. Altre volte, e in alcuni contesti rappresentano un vero e proprio volano – forse l’unico – che, attraverso figure evocate nel libro, tengono vive la speranza e la voglia di non cedere al fatalismo. Non vorrei però che tutto questo ci mettesse con l’animo in pace, come se nulla d’altro e di più si possa e si debba chiedere alla Chiesa e alle realtà ecclesiali”. Così mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, intervenendo a Roma alla presentazione del libro di Massimo Milone “Dal Sud per l’Italia. La Chiesa di papa Francesco, i cattolici, la società”. “È importante continuare a raccontare una Chiesa che guarda al Sud in maniera positiva e che abita il Sud in maniera responsabile”, ha aggiunto.
“Positività nello sguardo e coraggio di metterci la faccia da parte di uomini e donne di Chiesa perché il Sud, innanzitutto, non continui ad essere terra per scorribande elettorali e per seggi tanto ‘sicuri’ quanto dimenticati all’indomani delle assegnazioni dei seggi in parlamento”. Per il segretario generale, “la perresìa che contraddistingue gli interventi di Papa Francesco e i suoi continui inviti a spendersi entrando in politica, devono trovare maggiore ascolto”. “Chi scrive di una Chiesa che ‘alza bandiera bianca’ o che batte in ritirata nell’ambito dell’azione politica – solo perché oggi (senza esprimere nessun giudizio di valore o di opportunità) non percorre vie percorse nel passato – si sbaglia. I cambiamenti socio-culturali richiedono modi diversi per essere presenti nel mondo in maniera evangelicamente coerente e possibilmente efficace. Perché questo avvenga è necessario innanzitutto che i cattolici in politica non siano dei replicanti che – solo sotto bandiere diverse – finiscono per sfoggiare atteggiamenti vecchi, inadeguati e, in fin dei conti, incoerenti nei confronti dell’ispirazione cattolica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy