Papa Francesco: messaggio Giornata mondiale dei poveri, non lasciarsi “contagiare dalla mentalità mondana”, fare come Francesco d’Assisi

“Ci sono stati momenti, tuttavia, in cui i cristiani non hanno ascoltato fino in fondo questo appello, lasciandosi contagiare dalla mentalità mondana”. È quanto scrive il Papa, nel Messaggio per la prima Giornata mondiale dei poveri, in cui si sofferma sull’importanza di ascoltare il “grido” di questi ultimi. “Ma lo Spirito Santo – prosegue Francesco – non ha mancato di richiamarli a tenere fisso lo sguardo sull’essenziale. Ha fatto sorgere uomini e donne che in diversi modi hanno offerto la loro vita a servizio dei poveri”. “Quante pagine di storia, in questi duemila anni, sono state scritte da cristiani che, in tutta semplicità e umiltà, e con la generosa fantasia della carità, hanno servito i loro fratelli più poveri!”, esclama il Papa: “Tra tutti spicca l’esempio di Francesco d’Assisi, che è stato seguito da numerosi altri uomini e donne santi nel corso dei secoli”. Il Santo di cui da Papa ha scelto di portare il nome, infatti, ” non si accontentò di abbracciare e dare l’elemosina ai lebbrosi, ma decise di andare a Gubbio per stare insieme con loro. Lui stesso vide in questo incontro la svolta della sua conversione”. “Questa testimonianza manifesta la forza trasformatrice della carità e lo stile di vita dei cristiani”, il commento.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy