Rom: Cosenza, oggi pomeriggio e domani incontri su “Ghetto Italia. La segregazione abitativa in Calabria”

Sarà “Ghetto Italia. La segregazione abitativa in Calabria: analisi, esperienze e proposte” il tema degli incontri che si svolgeranno nel pomeriggio di oggi, sabato 10 giugno (dalle 16), e domani (dalle 9.30) presso la parrocchia San Nicola di Cosenza nella seconda tappa di LabRom, “uno spazio informale di conoscenza, incontro e confronto tra soggetti che a vario titolo si occupano della ‘questione rom’ e delle questioni sociali che riguardano anche, ma non soltanto, i rom”. Promotori dell’iniziativa sono l’ufficio Migrantes dell’arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, l’associazione Circolo culturale Popilia di Cosenza, l’associazione Moci (Movimento cooperazione internazionale) di Cosenza, l’associazione 21 luglio onlus, la Fondazione Romanì-Delegazione Calabria. “Il metodo utilizzato – si legge in una nota – è prettamente laboratoriale e consentirà di passare dal dialogo alla redazione di vere e proprie strategie inclusive”. “LabRom – prosegue la nota – nasce dall’esigenza di mettere in rete le conoscenze e le pratiche che ognuno ha sperimentato nei propri territori, valorizzandole in un processo di scambio e apprendimento reciproco”. Verrà affrontato il tema della ghettizzazione della popolazione rom in Italia e quali sono le prospettive per “l’uscita dal ghetto”. Nel corso della due giorni sarà visitabile la mostra fotografica “Ruspe contro violini”, relativa allo sgombero della comunità rom rumena avvenuto a Cosenza nel 2015.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy