Parlamento Ue: contrastare l’antisemitismo in Europa. Nelle scuole insegnare la tragedia dell’Olocausto

(Bruxelles) “L’incitamento all’odio e la violenza nei confronti dei cittadini ebrei europei sono incompatibili con i valori dell’Ue, per cui tutti gli Stati membri devono adottare misure per garantire” la loro sicurezza. Gli eurodeputati hanno votato oggi, in chiusura di sessione plenaria a Bruxelles, una risoluzione con la quale invitano i leader politici nazionali a opporsi “sistematicamente e pubblicamente” alle dichiarazioni antisemite e chiedono a ogni Stato membro di nominare un coordinatore nazionale per combattere l’antisemitismo. Nel documento si evidenzia che “la motivazione razziale deve rappresentare un aggravante nella persecuzione di atti criminali, e che gli atti antisemiti su internet dovrebbero essere perseguiti proprio come quelli commessi offline”. Alcune annotazioni riguardano il contrasto transnazionale all’antisemitismo. Tutti gli Stati membri dovrebbero far propria la definizione di antisemitismo utilizzata dall’Alleanza per l’Olocausto. I motori di ricerca, i social media e le piattaforme “dovrebbero intraprendere azioni più decise per combattere l’odio anti-semitico”. Inoltre la storia dell’Olocausto, o Shoah, “dovrebbe essere insegnata nelle scuole e i libri di storia dovrebbero fornire una descrizione accurata della storia e della vita degli ebrei, evitando tutte le forme di antisemitismo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy