This content is available in English

Papa Francesco: alla SpC, “un grande gioco di squadra per rispondere alle nuove sfide comunicative”

“Non lasciamoci vincere dalla tentazione dell’attaccamento a un passato glorioso; facciamo invece un grande gioco di squadra per meglio rispondere alle nuove sfide comunicative che la cultura oggi ci domanda, senza paure e senza immaginare scenari apocalittici”. Lo ha ricordato oggi Papa Francesco ricevendo in udienza i partecipanti alla prima assemblea plenaria della Segreteria per la Comunicazione (SpC) della Santa Sede, dedicata a “un tema quanto mai attuale e suggestivo quale quello della cultura digitale”. Un argomento, questo, ha confermato il Papa, “che mi sta molto a cuore”, perché “si tratta di studiare criteri e modalità nuovi per comunicare il Vangelo della misericordia a tutte le genti, nel cuore delle diverse culture, attraverso i media che il nuovo contesto culturale digitale mette a disposizione dei nostri contemporanei”. La Segreteria, ha ricordato Francesco, “che compirà due anni il prossimo 27 giugno, si presenta in piena riforma, dal momento che è una realtà nuova che sta muovendo ormai passi irreversibili. In questo caso, infatti, non si tratta di un coordinamento o di una fusione di precedenti Dicasteri, ma di una vera e propria istituzione ex novo”. Da qui l’impegno, già indicato nel Motu proprio istitutivo, a un “ripensamento” e a una “riorganizzazione” del sistema informativo della Santa Sede perché possa rispondere “sempre meglio alle esigenze della missione della Chiesa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia