Terremoto in Centro Italia: Fondazione Mission bambini, inaugurata a Cittareale nuova mensa antisismica. Fornirà oltre centro pasti al giorno

È stata inaugurata oggi, giovedì 25 maggio, a Cittareale in provincia di Rieti la nuova mensa antisismica con cucina industriale realizzata da Fondazione Mission Bambini in accordo con l’amministrazione comunale, con il Miur e in collaborazione con l’Associazione Gruppo Volontari della Brianza. La struttura, un prefabbricato in legno lamellare di 144 metri quadrati, è stata costruita in meno di due mesi. Alla cerimonia di inaugurazione, svoltasi durante la mattinata in località Ricci, oltre ai bambini dell’adiacente Scuola d’infanzia e primaria e alle loro famiglie, sono intervenuti: Francesco Nelli, sindaco di Cittareale, Giuseppe Rinaldi, presidente della Provincia di Rieti, Goffredo Modena, presidente di Mission Bambini, Umberto Bonacina del Gruppo Volontari della Brianza, Piero Pisoni, direttore del personale Penny Market Italia, Serena Virgadamo del Dipartimento della Protezione Civile nazionale, Maria Rita Pitoni, dirigente scolastico dell’Istituto omnicomprensivo di Amatrice. La nuova mensa con cucina, si legge in una nota della Fondazione, “ha un’importanza fondamentale per i 40 bambini che frequentano la scuola di Cittareale, realizzata a seguito del terremoto di fine agosto e inaugurata lo scorso novembre. Finalmente i bambini potranno pranzare in loco e riprendere le attività scolastiche nel pomeriggio mentre fino ad ora dovevano fare rientro a casa per il pasto senza poter più rientrare a scuola, a causa delle grandi distanze che separano Cittareale dalle sue 23 frazioni”. La struttura, ha dichiarato Goffredo Modena, “rappresenta un nuovo concreto segno di vicinanza alle comunità colpite dal terremoto e un nuovo importante passo verso la normalità: i bambini potranno finalmente riprendere a frequentare la scuola a tempo pieno”. La nuova cucina, attrezzata industrialmente, sarà in grado di fornire oltre 100 pasti al giorno. Grazie alla mensa interna con 60 posti a sedere potranno usufruire dei pasti non solo i bambini che frequentano la scuola, ma anche gli insegnanti e i dipendenti di alcuni uffici comunali e di esercizi commerciali sorti nelle vicinanze sempre a seguito del sisma. È previsto inoltre un servizio di consegna pasti a domicilio per alcuni anziani residenti nella zona.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy