Migranti: nuovo naufragio, recuperati 31 corpi. Moas posta video di imbarcazione che va a fuoco

I corpi di 31 persone sono stati recuperati in mare dopo il naufragio di un barcone con a bordo circa 500 migranti diretto verso l’Italia, avvenuto a circa 30 miglia dalle coste libiche, a largo del porto di Zuara. Lo annuncia su Twitter l’Ong Moas (Migrants offshore aid station), che con la nave Phoenix, la nave Fiorillo della Guardia costiera e un rimorchiatore, coordinate dalla centrale operativa di Roma della Guardia Costiera stanno operando per salvare le persone.

Le ricerche di altre persone finite in acqua sono ancora in corso, ma si temono numerosi dispersi. Intanto il co-fondatore del Moas posta un video con le immagini in diretta di un’altra imbarcazione che va a fuoco.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy