Ue e credito: Federcasse a Commissione finanze Senato, puntare ad un “single book with proportionate rules”

“Già nel 2012, il Credito cooperativo introduceva nel dibattito il concetto di double rule book in contrapposizione al single rule book, illustrandolo anche in diverse audizioni parlamentari. Oggi potremmo puntare, con ulteriore determinazione e sano realismo, ad un single book with proportionate rules”. È uno degli emendamenti proposti da Federcasse (Bcc – Credito cooperativo) nel corso dell’audizione di oggi pomeriggio in Senato, di fronte alla VI Commissione Finanze e Tesoro, nel merito della “Indagine conoscitiva per l’istruttoria delle proposte legislative dell’Unione europea in materia creditizia”. Federcasse, si legge in un comunicato,  “chiede che sia la legislazione di primo livello a contenere indicazioni chiare e precise, con previsione di misure e obblighi determinati, che rappresentino un mandato ineludibile per i livelli normativi inferiori”. Di qui la proposta di superare l’attuale proporzionalità “caso per caso” (o detail driven) a favore di una proporzionalità “strutturata”: ovvero “obiettivi identici di policy, ma con modalità differenziate per categorie diverse di destinatari, modalità definite già a livello primario”. Tra le ulteriori proposte “un adeguamento dei parametri fissati dalla Commissione per tener conto in maniera effettiva della diversa dimensione delle banche” e l’indicazione che “i requisiti di reportistica e disclosure associati all’introduzione del Mrel” riflettano meglio “sia la taglia sia la rischiosità dell’istituzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy