Settimana sociale: Ucsi, nel sito uno spazio di riflessione sulle buone pratiche nel lavoro giornalistico

Raccontare il lavoro. Libero, creativo, partecipato e solidale. L’Ucsi ha aperto uno spazio di riflessione sul sito in vista della Settimana sociale dei cattolici italiani dedicata al lavoro (Cagliari, 26-29 ottobre). “Anche noi dell’Ucsi, con il nostro specifico di giornalisti e comunicatori – spiega la presidente Vania De Luca –, vogliamo offrire il nostro contributo, convinti che lavoro vuol dire futuro e dignità, e che quello che si va a delineare non è solo un grande evento ecclesiale ma anche un grande evento sociale, di servizio ai giovani, al Paese e alla democrazia, che riconosce nel lavoro il suo principale fondamento”. I principali obiettivi dell’evento, prosegue De Luca, “sono tre (ma altri se ne potrebbero aggiungere strada facendo): denunciare le situazioni di sfruttamento, illegalità, insicurezza, disoccupazione – specie al Sud e tra i giovani – e le problematiche legate al mondo dei migranti, dando voce alle storie dei lavoratori e delle lavoratrici; far conoscere le buone pratiche che, a livello aziendale, territoriale e istituzionale, stanno già offrendo nuove soluzioni ai problemi del lavoro e dell’occupazione; costruire alcune proposte da presentare sul piano istituzionale, per superare le difficoltà di accesso al lavoro e assicurarne condizioni dignitose”. Come Ucsi, sottolinea la vaticanista di RaiNews24, “ci sentiamo in prima linea soprattutto sui primi due obiettivi, perché la denuncia e la conoscenza, l’informazione sulle buone idee e sulle buone pratiche, sono proprio uno specifico del nostro lavoro giornalistico e della nostra sensibilità associativa”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy