Germania: torna a fiorire il roseto della cattedrale di Hildesheim. Dall’815, fra storia, tradizione e fede

Il famoso roseto miracoloso di Hildesheim è tornato a fiorire. L’emblema della diocesi cattolica di Hildesheim mostra ancora una volta i suoi meravigliosi fiori rosa nel parco antistante la Mariendom, la cattedrale dedicata a Santa Maria Vergine. Come ogni anno, dall’815 dopo Cristo, per 1202 anni. E anche dopo gravi disastri, guerre e incendi ogni anno il roseto si mostra in tutto il suo splendore. Il famoso roseto millenario si trova davanti all’abside della cattedrale di Hildesheim, e lo spettacolo della fioritura dura circa 5 giorni. Sono attese migliaia di visitatori per assistere a quello che da sempre a Hildesheim è considerato un miracolo. La leggenda del cespuglio di rose, una pianta di rosa canina selvatica, risale all’anno 815, e si attribuisce alla storia del fondatore della diocesi di Hildesheim, Ludovico il Pio, imperatore carolingio e re dei Franchi, che fece costruire una cappella sul luogo dove un cespuglio di rose si era intrecciato a un prezioso reliquiario. Da questa originaria cappella partì la costruzione della cattedrale, più volte rimaneggiata e restaurata, e la sua vicenda si accompagna a quella del roseto, di cui esistono testimonianze scritte già dal 1400. Nel marzo 1945 la Mariendom venne distrutta dai bombardamenti alleati, e con essa bruciò anche il roseto millenario. Ma otto settimane dopo le bombe, dalle sue radici spuntarono attraverso i detriti 25 nuovi germogli che diedero un fortissimo impulso di vita agli abitanti della città, che iniziarono la lenta ricostruzione post-bellica.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy