Diocesi: Teramo-Atri, ai migranti della “Solidarietà aprutina” il campionato provinciale della Lega Calcio Uisp

Alla sua seconda partecipazione al torneo, la “Solidarietà aprutina”, squadra formata da migranti, si è aggiudicata il campionato provinciale della Lega Calcio Uisp. “La finale – si legge in una nota diffusa oggi dalla diocesi di Teramo-Atri – disputata nel pomeriggio di sabato 20 maggio contro l’Amatori Alto Toridino sul campo neutro del ‘Castrum-Orsini’ di Giulianova, è stata decisa ai calci di rigore dopo che i tempi regolamentari erano terminati sullo 0 a 0”. Dopo un match equilibrato e combattuto, nel quale è stata la “Solidarietà aprutina” ad avere le occasioni per chiudere anzitempo la partita, la vincitrice si è decisa dagli 11 metri. “Grande freddezza sul dischetto e nessun errore per la ‘Solidarietà aprutina’” con reti in sequenza di Jarju Sankung, Sy Musa, Salifu Sekou e Daid Hegba Rabelais. Fatali invece, per l’Alto Tordino, due errori dagli undici metri: prima un tiro alto sopra la traversa e infine la parata decisiva del portiere senegalese Bakary Diabang, eroe di giornata, che fa esplodere la festa dei compagni di squadra e dei numerosi simpatizzanti in tribuna”. Ora per la squadra del presidente Carlo Barbieri, allenata da mister Arturo D’Alessandro, è in programma la partecipazione alle fasi finali regionali della competizione. In attesa del prossimo impegno, prosegue la nota, “per i protagonisti dalla squadra-simbolo dell’integrazione e del multiculturalismo nella provincia teramana, è solo il momento di assaporare fino il fondo la gioia per il primo titolo messo in bacheca”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy