Focolari: metropolita Gennadios consegna alla presidente Voce una “medaglia storica” per il “carisma di amore e unità”

Il metropolita Gennadios Zervos consegna una “medaglia storica” a Maria Voce (Foto: Siciliani-Gennari/Sir)

(Castel Gandolfo) Alla presidente del Movimento dei Focolari, Maria Voce, Gennadios Zervos, metropolita d’Italia e di Malta del Patriarcato ecumenico, ha consegnato una “Medaglia storica” come segno di gratitudine per quanto il “carisma di amore e unità” della fondatrice Chiara Lubich ha fatto nella storia e sta facendo ancora oggi per aprire vie di riconciliazione e dialogo tra le Chiese e nel mondo. Il “dono” è stato consegnato dal metropolita questa mattina a conclusione della 59ª Settimana ecumenica promossa dal Movimento dei Focolari che ha portato al Centro Mariapoli di Castel Gandolfo 700 persone di 69 Chiese e Comunità ecclesiali diverse, di 40 Paesi del mondo.

È “una medaglia storica”, ha detto il metropolita. Da un lato, sono raffigurati papa Paolo VI e il Patriarca Athenagoras nel loro primo incontro a Gerusalemme nel 1964. Dall’altro lato, ci sono papa Francesco e il patriarca Bartolomeo nel loro incontro a Gerusalemme nel 2014, dopo 50 anni dai loro predecessori. Zervos, rivolgendosi alla platea di Castel Gandolfo, ha esortato: “Continuiamo a mettere nel nostro cuore questo messaggio di Dio, che ‘tutti siano una cosa sola’. Dobbiamo essere forti, senza paura, senza disperazione. Già siamo forti perché sappiamo molto bene che c’è una grande speranza”. L’unità tra i cristiani “sarà dono della Spirito Santo”. Nel ricevere la medaglia, la presidente Voce ha detto: “La storia continua, la storia non finisce e questa medaglia che porta l’immagine, da una parte, del grande patriarca Athenagoras e di papa Paolo VI e, dall’altra, del patriarca Bartolomeo e dell’attuale papa Francesco ci dice che la memoria non è un ricordo del passato ma vive, vive nelle nostre Chiese, vive nei nostri movimenti, vive nel cuore di ciascuno di noi e tutti insieme vogliamo portare avanti. Perciò, grazie Eminenza, continuiamo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy