Diocesi: Caritas Rimini, nel 2016 in aumento gli “intrappolati” in situazioni di povertà. Crescono gli italiani, in particolare gli over 50

Sono oltre 16mila le persone, di cui 3.316 minori, in situazione di disagio economico che nel 2016 si sono rivolte direttamente o tramite un familiare ai Centri Caritas nella diocesi di Rimini. Dal “Rapporto sulle povertà 2016” curato dall’Osservatorio della Caritas diocesana emerge che nel 2016 “aumenta il numero di coloro che sono ‘intrappolati’ in una situazione di povertà”, ora al 61,3%. In crescita gli uomini (52,5%) e gli italiani (35,2%), soprattutto over 50enni. “Tra gli italiani i residenti sono il 63,2% e tra gli immigrati il 46,3%, segno che si tratta sempre più di povertà che colpiscono il nostro territorio e non di persone che sono solo di passaggio”. Aumenta la presenza dei profughi (circa 280 giovani), con i quali “si riscontrano diverse difficoltà linguistiche, logistiche e psicologiche”. Sale il numero di senza dimora (1.992 persone, pari al 29,4%) e, tra questi, degli italiani passati dal 33% al 37%. Superati i 130mila pasti erogati dalle mense Caritas. A questo si aggiungono “pacchi viveri” e “borse della spesa” effettuate presso #EmporioRimini per un totale di oltre 20.600 interventi di tipo alimentare. Se ammontano a quasi 150mila euro i contributi per affitto, bollette, spese sanitarie, sono state 11.398 le notti di ospitalità offerte a 706 persone. Inoltre in 994 hanno usufruito delle docce (in totale 11.239). Infine, circa 10mila sono stati i capi di abbigliamento donati a persone e famiglie in difficoltà.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy