This content is available in English

Comece: sul mensile Europeinfos politica estera e difesa, agricoltura, memoria e avvenire dell’Ue

(Bruxelles) “La necessità di salvaguardare il legame transatlantico non potrà giustificare azioni contrarie ai valori e agli interessi europei, come nel caso dell’invasione dell’Iraq nel 2003” e, inoltre, “l’Ue dovrà evitare un’eccessiva militarizzazione della sua politica di sicurezza”, continuando invece a usare i suoi “strumenti civili, in particolare nel campo economico, la sua strategia di prevenzione, la partecipazione ai meccanismi di sicurezza collettiva delle Nazioni Unite o dell’Osce”. Secondo Michel Drain (Istituto francese per le relazioni internazionali) sono queste le insidie da evitare nel contesto della Strategia globale e del programma di azione comune in materia di sicurezza e di difesa dell’Ue, che presenta sul numero di aprile di Europeinfos, mensile della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece). A Michael Kuhn invece il compito di introdurre la “Consultazione sulla modernizzazione e la semplificazione della politica agricola comune (Pac)” lanciata dalla Commissione europea per avviare il cammino di revisione della Pac, viste le problematiche emergenti, tra cui l’incertezza crescente dei mercati agricoli, la protezione dell’agricoltura nel contesto dei nuovi accordi commerciali, gli obiettivi climatici. Completano il numero del mensile Comece un contributo sulla memoria e l’avvenire dell’Europa, l’esperienza francese dei corridoi umanitari e le riflessioni di un gruppo di stagisti britannici a Bruxelles, post-Brexit (www.europe-infos.eu).

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy