This content is available in English

Parlamento Ue: Steinmeier (Presidente Germania), “nazionalismo è da irresponsabili. Nessun Paese se la cava da solo”

Strasburgo, 4 aprile: visita del presidente federale tedesco Steinmeier al Parlamento europeo (foto SIR/PE)

(Strasburgo) “I populisti disegnano il mondo in bianco e nero. Ma la realtà non è questa”. “C’è chi si vuol rifugiare all’ombra del campanile della nazione, elevando muri. Questo è da irresponsabili. Oggi nessun Paese se la cava da solo”. Un messaggio forte, europeista, quello portato oggi a Strasburgo, dal Presidente federale di Germania, Frank-Walter Steinmeier. Intervenendo nell’emiciclo dell’Assemblea Ue, il Presidente ha affermato: “Con l’Europa non perdiamo sovranità, ma acquistiamo forza e peso nel mondo”. Steinmeier ha parlato anche di Brexit (“provo amarezza”) e del futuro dell’Ue che “non è irreversibile”. “Io come cittadino scelgo l’Europa e la grande maggioranza dei tedeschi sceglie l’Europa, un futuro comune con tutti gli europei”. Poi un’annotazione storica: “Chi ha costruito la Comunità”, nel secondo dopoguerra, “aveva davanti a sé problemi più grossi di oggi”. I “padri” dell’Europa “hanno però sostituito i campi di battaglia con i tavoli dei negoziati. Noi oggi non possiamo permetterci di essere meno intelligenti di loro”. Infine, rispondendo alle obiezioni di chi sostiene che la Germania impone le proprie politiche e i propri interessi all’Europa, ha affermato: no a una Ue a guida tedesca, semmai responsabilità comune, “lavorando assieme, Paesi grandi e piccoli, per il futuro comune, tutti con gli stessi diritti e gli stessi doveri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy