Notizie Sir del giorno: attentato a San Pietroburgo, Papa in Egitto, appello Sandri per Terra Santa

Russia: esplosioni metro San Pietroburgo, una decina di morti e una cinquantina di feriti

Un’esplosione nella metropolitana di San Pietroburgo, tra le stazioni di Sennaja Ploščad’ e Tekhnologichesky Institut, ha causato oggi una decina di morti, mentre i feriti sono una cinquantina. A provocare la deflagrazione – secondo le prime informazioni – un ordigno di fattura artigianale. Il metropolita ortodosso di San Pietroburgo Varsonofij ha subito espresso le sue condoglianze alle famiglie delle vittime. Accanto alla stazione della metropolitana Tekhnologichesky Institut, c’è il Seminario teologico cattolico superiore “Maria Regina degli Apostoli”. Contattati telefonicamente dal Sir, riferiscono che “nessuno studente è stato coinvolto”. Anche tra i francescani che vivono nel vicino convento di Sant’Antonio da Padova non ci sono feriti o vittime. Il sito d’informazione cattolica Gaudete.ru invita “tutti a pregare per le vittime e i loro familiari, ma anche per la pace e la serenità nella città sulla Neva e nel nostro Paese”. (clicca qui)

Papa Francesco in Egitto: reso noto oggi il programma del viaggio. Parteciperà alla Conferenza internazionale sulla pace organizzata da Al-Azhar

È stato reso noto oggi dalla Sala stampa vaticana il programma del viaggio che Papa Francesco farà in Egitto il 28 e il 29 aprile. Tra gli appuntamenti previsti il primo giorno, il Pontefice parteciperà alla Conferenza internazionale sulla pace dove terrà un discorso insieme al Grande Imam. Sempre nella stessa giornata Francesco renderà visita a Papa Tawadros II, patriarca dei copti ortodossi. Sabato 29 aprile sarà la giornata dedicata alla Chiesa cattolica. (clicca qui)

Colletta per la Terra Santa: appello del card. Sandri, “trasformare una realtà di guerra e divisione”

“Mi appello alla nostra comune umanità, alla fede cristiana che ci accomuna in Cristo, affinché tu sia veramente generoso e possa contribuire alla pace nella regione di Gesù, nella Terra Santa, divenendo protagonista e costruttore di questo mondo”. È l’invito che il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, rivolge ai fedeli in vista della prossima Colletta per la Terra Santa che, per tradizione, si tiene il giorno di Venerdì Santo. In un’intervista al Sir, di prossima uscita, il cardinale ricorda l’importanza della custodia e del mantenimento dei Luoghi santi. “Rendendoti partecipe della Colletta per la Terra Santa, stai contribuendo personalmente a trasformare questa realtà di guerra, di miseria, di terrorismo, di violenza, di divisione. Non lo fanno altri ma tu stesso”, aggiunge. (clicca qui)

Libia: Hehenkamp (Msf Olanda), nei centri “condizioni disumane, orribili”. Il 40% forzato a imbarcarsi

Nei centri di detenzione in Libia “sono recluse decine di migliaia di migranti in condizioni orribili, disumane, totalmente inaccettabili: sono sotto il controllo delle milizie che decidono delle loro vite a scopo di business, costretti a subire abusi, violenze, torture. Solo chi paga un riscatto può uscire. Il 40% è costretto a imbarcarsi con la forza, contro la propria volontà”. È una situazione disperata quella descritta oggi a Roma da Arjan Hehenkamp, direttore generale di Medici senza frontiere, appena atterrato da Tripoli dopo una visita ai progetti di Msf in Libia. (clicca qui)

Suicidio a Leini: Marino (Mlac), “drammi come questo nascono dalla deformazione del mercato del lavoro”

“Drammi come questo nascono dalla deformazione del mercato del lavoro: quando Papa Francesco dice che questa economia uccide si riferisce anche a queste sperequazioni: alcune persone hanno situazioni lavorative pesanti e stressanti e altre sono in cerca di lavoro”. Tommaso Marino, neo segretario del Mlac (Movimento lavoratori di Azione cattolica), commenta così al Sir il suicidio di un cinquantunenne, nell’azienda per cui lavorava, la Rosati di Leini, in provincia di Torino. Per Marino, “il suicidio a Leini potrebbe essere la punta di un iceberg: occorrerebbe sapere quante persone soffrono per motivi simili. Paradossalmente, ci si può uccidere perché il lavoro manca o perché è troppo: sono due rovesci della stessa medaglia che raffigura l’attuale modello economico”. (clicca qui)

Diocesi: Palermo, mons. Lorefice presiede preghiera per l’unità della Chiesa

Un’adorazione eucaristica per pregare per l’unità della Chiesa. A presiederla sarà domani, martedì 4 aprile, alle 21 nella cattedrale di Palermo l’arcivescovo, mons. Corrado Lorefice. L’iniziativa è stata organizzata da sacerdoti e laici della diocesi dopo le dichiarazioni di don Alessandro Minutella, parroco nella chiesa di San Giovanni Bosco, che ha espresso posizioni di dissenso e contrasto nei confronti della gerarchia ecclesiastica. (clicca qui)

Diocesi: mons. Bodo (Saluzzo), “non manchi mai il pane, l’affetto vero, la pace e la fede in tutte le famiglie”

“Mi impegno fin d’ora, oltre alla preghiera, a benedire la città e la diocesi intera tutte le mattine quando mi leverò e tutte le sere prima di coricarmi perché siate custoditi e protetti, perché non manchi mai il pane, l’affetto vero, la pace e la fede in tutte le famiglie”. Così il neo vescovo di Saluzzo, mons. Cristiano Bodo, si è rivolto ieri pomeriggio alla comunità ecclesiale saluzzese in occasione dell’inizio del suo ministero episcopale. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy