Giovani: card. Bagnasco, “vedere le persone nella loro sostanza, nella loro dignità”

“Vi auguro di diventare dei dissidenti” e di “vivere nella verità delle cose”. Così il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei e del Ccee, parlando oggi pomeriggio, presso la Sala Chiamata del Porto di Genova, in occasione del V Forum del Movimento giovanile salesiano dell’Italia Centrale in corso in questi giorni nel capoluogo ligure. “Il mio – ha detto il porporato – non è certo un discorso sovversivo, ma l’augurio che possiate creare dei luoghi, delle polis alternative, ossia quello che le nostre parrocchie e le nostre comunità fanno già”. Le comunità cristiane, ha detto l’arcivescovo, “sono infatti dei luoghi dove si cerca di vivere nella verità delle cose, nel rispetto delle persone, dove queste non si usano perché mi servono. Questo è un criterio che vale sempre, anche quando vedo dei poveri o degli immigrati. Devo vedere le persone nella loro sostanza, nella loro dignità di persone: questo è il criterio per affrontare ogni situazione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy