Dialogo: 800 anni fa l’incontro tra Francesco e il sultano Al Kamil. Padre Fortunato (Assisi), una ricorrenza per “consolidare la fatica della pace”

“Sarà un ottocentenario che vivremo con semplicità e determinazione per consolidare la fatica della pace, edificare l’uomo spiritualmente, umanamente e socialmente”. Così padre Enzo Fortunato, direttore della Sala Stampa del Sacro Convento di Assisi e della Rivista San Francesco, in diretta dal Cairo, reagisce a quanto affermato nel corso della Santa Messa all’“Air Defence Stadium” da Sua Beatitudine Ibrahim Isaac Sidrak, che rivolgendosi al Papa ha detto: “Lei ha scelto come nome ‘Francesco’ seguendo l’esempio di san Francesco di Assisi, di cui tra poco celebreremo l’ottocentesimo anniversario della visita in Egitto, fatta per richiamare alla Pace, come la Sua. Anche Lei, seguendo l’esempio di San Francesco, ha scelto la vita di povertà e semplicità”. Padre Fortunato ricorda che tutta la Chiesa e la famiglia francescana si stanno preparando a celebrare gli 800 anni dello storico incontro di pace tra san Francesco e il Sultano Malik Al Kamil e in questo orizzonte s’inserisce uno numero speciale della Rivista San Francesco. In copertina campeggia la foto del Corno che il Sultano donò al Santo di Assisi come lasciapassare, affinché nessuno potesse fargli del male nel suo viaggio in Egitto. Il titolo del mensile è significativo “Come nel 1219”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy