Papa Francesco: le reliquie di san Nicola in Russia. “La comune venerazione dei santi ci permette di guardare al dialogo con speranza”

Il valore del trasferimento delle reliquie di San Nicola a Mosca e San Pietroburgo, di cui si è parlato oggi in una conferenza stampa a Bari, è rafforzato dalle parole di Papa Francesco, riposte in una lettera indirizzata all’arcivescovo di Bari-Bitonto, mons. Francesco Cacucci, nella quale sottolinea che il tema delle reliquie “tocca una dimensione essenziale del cammino verso il ristabilimento della piena comunione tra tutti i cristiani”. “La comune venerazione dei santi – scrive il Pontefice – ci permette di guardare al dialogo ecumenico con una luce di speranza. Sono vivamente grato alla Chiesa di Bari e alla basilica di San Nicola per l’impegno profuso nella accogliere i pellegrini ortodossi che giungono in questa città per venerare le reliquie di San Nicola intorno alle quali si ritrovano insieme in preghiera fedeli ortodossi e cattolici. L’incontro fraterno tra cattolici ed ortodossi, la condivisione dello spazio liturgico, lo scambio di testimonianza della propria fede sono strumenti efficaci per promuovere l’ecumenismo della santità”. In questo spirito, prosegue nella lettera il Papa, “ritengo che possa essere accolta la richiesta espressa dal Patriarca di Mosca, Sua Santità Kirill. Il trasferimento temporaneo di un frammento delle reliquie di San Nicola rappresenterebbe un gesto straordinario legato direttamente al mio incontro con Sua Santità Kirill lo scorso 12 febbraio a Cuba. Proprio in virtù di questo legame, con un evento in un certo senso unico nel genere, il trasferimento delle reliquie in oggetto non costituisce un precedente ma va considerato come un’eccezione”. Francesco auspica “che il trasferimento delle reliquie avvenga in un clima liturgico di preghiera al quale partecipino fedeli cattolici e ortodossi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy