Cuba: lettera dei vescovi ai fedeli per la visita ad limina. “Diremo al Papa affetto e fede del nostro popolo”

I vescovi cubani invitano i fedeli a pregare per l’imminente incontro che avranno con Papa Francesco il prossimo 4 maggio in occasione della visita ad limina. Attraverso una lettera aperta, i vescovi, che si trovano già a Roma da ieri, spiegano che la visita è “una chiara e pubblica manifestazione di comunione tra tutti i vescovi del mondo e il vescovo di Roma e un mezzo efficace per riaffermare tale comunione”. I vescovi vivono oggi una giornata di ritiro e domani celebreranno la messa sull’altare della tomba di San Pietro. Scrivono ancora i vescovi: “Vogliamo esprimere al Santo Padre l’affetto e la fede del nostro popolo”, che ricorda con riconoscenza le visite apostoliche di san Giovanni Paolo II, di Benedetto XVI e del Papa attuale. “Tutte le diocesi di Cuba, le loro famiglie, bambini, giovani, malati, detenuti, anziani, saranno pellegrini a Roma attraverso le nostre persone” e le parole del Papa sono destinate a “ripercuotersi favorevolmente nella vita di ciascuna diocesi cubana”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy