Pasqua 2017: mons. Brunetti (Alba), “nessuno rimanga indietro avvolto dalle tenebre dell’indifferenza e della solitudine”

“Il Signore risorto ci libera da ogni avversità. La sua risurrezione è motivo di speranza per un mondo nuovo capace di farsi più accogliente e solidale”. È quanto scrive il vescovo di Alba, mons. Marco Brunetti, nel messaggio alla diocesi per la Pasqua. “In questo tempo in cui talvolta ci facciamo prendere dallo scoraggiamento e dallo sconforto, la fede in Cristo risorto ci dona speranza e fiducia, in quanto sappiamo che il male non prevarrà sul bene, la morte sulla vita e le tenebre sulla luce”, osserva il vescovo, rivolgendo il “pensiero di padre e pastore soprattutto a coloro che fanno fatica nella loro esistenza quotidiana e feriale, a causa di difficoltà familiari, lavoro, emergenza abitativa, accoglienza perché provenienti da Paesi lontani, salute”. “La Pasqua – aggiunge Brunetti – è fondamento per riaffermare tutto il nostro impegno attraverso la Caritas, la pastorale migranti e tante altre realtà associative del nostro territorio, affinché nessuno rimanga indietro avvolto dalle tenebre dell’indifferenza e della solitudine”. “L’imminente apertura dell’emporio solidale Madre Teresa di Calcutta nella nostra città sarà un segno pasquale di risurrezione per tanti nostri fratelli e sorelle che sono ai margini della nostra società”, prosegue il vescovo, che rivolge anche “un augurio particolare di una santa Pasqua di risurrezione ai nostri fratelli ortodossi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy