Dottrina sociale della Chiesa: Vincenzi (Fondazione Toniolo), “dobbiamo avere coraggio di cogliere le novità dalle persone libere”

“Il Festival ha visto delle presenze significative quest’anno, circa 20mila”. Così mons. Adriano Vincenzi, presidente della Fondazione Toniolo, durante la conferenza sugli atti del VI Festival della Dottrina sociale della Chiesa che si è tenuto dal 24 al 26 novembre 2016. “Mi faccio sempre la stessa domanda – ha proseguito il presidente Vincenzi – perché tutta questa gente partecipa? Non per sentire delle storie. Ma per conoscere. Mi sembra che ci sia qualcosa che si muove”. “La cosa interessante di questo Festival è che si sta concretizzando lo sforzo di mettere insieme persone, capaci di pensare e di essere libere”, ha sottolineato. “Oggi – ha aggiunto – bisogna tornare a una coscienza molto forte, costruita su dei parametri interiori. Ci vuole tempo? Abbiamo perso già gli ultimi venti anni”, ha sostenuto mons. Vincenzi. “Quello che mi ha impressionato del Festival – ha osservato – è che più persone si siano ritrovate sulla stessa linea. Sarebbe un peccato che le presenze del mondo cattolico in Italia andassero perse. Dobbiamo avere il coraggio di cogliere la novità che viene dalle persone libere”. Il presidente della Fondazione Toniolo ha anche annunciato che la prossima edizione del Festival si terrà dal 23 al 26 novembre con il titolo “Fedeltà e cambiamento”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy