Forum etica civile: Mattarella, “educazione a convivenza e partecipazione alla base di una società giusta e pacifica”

“L’educazione alla convivenza e alla partecipazione, il confronto sui valori, il dialogo sulla dimensione religiosa, la promozione della sostenibilità ambientale e sociale, il rispetto dei diritti, delle norme e la ricerca della correttezza sempre anche nell’agire economico, l’uso di un linguaggio improntato al rispetto sono tutti temi della vostra agenda di lavoro e sono altresì ciò su cui si basa una comunità che possa dirsi giusta, pacifica e stabile”. Lo ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio ai promotori e ai partecipanti al Forum nazionale di etica civile, che si è aperto oggi all’Auditorium San Fedele di Milano. “Sono meritori la partecipazione e l’impegno condiviso intorno a una riflessione su un tema centrale per il nostro vivere comune come l’etica civile – ha proseguito il capo dello Stato nel messaggio letto all’apertura dei lavori -. Ma di particolare interesse è anche l’orizzonte di lavoro che è stato scelto: la città come crocevia delle sfide più importanti per una rinnovata coscienza civica che possa fornire le fondamenta dello stare insieme”.

Giunto alla sua seconda edizione, il Forum è promosso da una rete di soggetti d’ispirazione cattolica e prevede per tutta la giornata di oggi e la mattinata di domani un ciclo di conferenze e gruppi di lavoro a ingresso libero. Tra i relatori che si alterneranno tra oggi e domani ci sono il presidente della Casa della carità di Milano, don Virginio Colmegna, l’ex-magistrato e presidente dell’Associazione sulle regole, Gherardo Colombo, il presidente del Centro Astalli, padre Camillo Ripamonti e Valter Brasso, presidente di Teoresi Group. Il Forum è realizzato con il patrocinio dell’Ufficio della Cei per i problemi sociali e il lavoro ed è promosso da Aggiornamenti Sociali, l’associazione Cercasi un fine, l’associazione Incontri, il Centro Studi Bruno Longo, il Focsiv, la Fondazione Lanza, la rivista d’ispirazione cristiana “Il Regno” e dall’istituto Pedro Arrupe.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy