Sport: a Niccolò Campriani il Premio internazionale Edoardo Mangiarotti 2016

Il 3 aprile sarà consegnato a Niccolò Campriani, tiratore fiorentino, 29 anni, che ai Giochi di Rio ha conquistato due medaglie d’oro nella carabina 10 metri aria compressa e nella carabina 50 metri tre posizioni, il premio internazionale Edoardo Mangiarotti, giunto alla quarta edizione. La consegna avverrà al Centro Congressi della Fondazione Cariplo di Milano (ore 17.30). Accanto al tiratore, vincitore di 2 titoli olimpici, menzioni d’onore per altri campioni saliti sul podio a Rio: Francesco Bettella (nuoto paralimpico), Rachele Bruni (nuoto di fondo), Lupo-Nicolai (beach volley). Campriani succede nell’albo d’oro alla campionessa paralimpica dell’atletica Martina Caironi, al campione del nuoto Gregorio Paltrinieri e alla dominatrice della scherma paralimpica Bebe Vio. In carriera aveva già vinto un oro e un argento a Londra 2012, un titolo e un bronzo ai mondiali. L’atleta delle Fiamme Gialle (laurea in ingegneria negli Usa e laurea specialistica in Inghilterra), è stato scelto dalla Giuria tra le 49 candidature di campioni di 14 discipline. Il premio internazionale Edoardo Mangiarotti, patrocinato tra gli altri da Coni e Federazione italiana scherma, e supportato Fondazione Cariplo, intende ricordare il grande campione della scherma, vincitore di 6 medaglie d’oro, 5 d’argento e 2 di bronzo alle Olimpiadi fra il 1936 (Berlino) e il 1960 (Roma), e di 13 titoli mondiali. Mangiarotti è scomparso a 93 anni nel 2012. La moglie Camilla, la figlia Carola, il nipote Carlo, insieme ad alcuni enti – tra cui l’Associazione benemeriti del Comune e della Provincia di Milano e la Gazzetta dello Sport, hanno indetto il premio, riservato ai giovani tra i 18 e i 30 anni, che consiste in una borsa di studio di 5000 euro per il vincitore e di 1000 euro per ciascuna delle quattro menzioni d’onore.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy