Papa a Milano: Bettagno (rapper), “la visita del Pontefice opportunità di riscatto per il quartiere Forlanini”

“Non capita tutti i giorni di avere il Papa sotto casa. Spero che la sua visita al Forlanini possa portare un po’ di speranza in più per gli abitanti di questo quartiere”. A dirlo al Sir è il rapper Lorenzo Bettagno, in arte Tobe, che ha 23 anni ed è cresciuto proprio nel quartiere dove il Pontefice farà la sua prima tappa del viaggio milanese, visitando le Case bianche di via Salomone. Bettagno, insieme al collega Andrea Martinelli (Tinez), ha scritto un brano – intitolato “In zon4” – che parla proprio della vita dei giovani di questa periferia, dove i ragazzi sono alle prese con le difficoltà legate al lavoro e alla criminalità. Il video, ambientato in buona parte proprio alle Case bianche, ha già superato le 320mila visualizzazioni su You Tube. “Il Forlanini è un quartiere ormai abbandonato a se stesso – spiega al Sir il rapper – ma la gente che ci abita ha un grande senso di solidarietà: ci si aiuta molto tra famiglie. E anche il tasso di micro-criminalità si sta abbassando rispetto al passato”. Secondo Bettagno, la visita di Papa Francesco rappresenta una vetrina importante per gli abitanti della zona, sia italiani che stranieri, “un’opportunità di riscatto che non ricapiterà. C’è grande attesa per l’arrivo del Papa – continua il rapper – ed è un segnale molto importante il fatto che lui abbia scelto di partire dalle periferie piuttosto che dal centro della città. La maggior parte delle case di via Salomone cade a pezzi e le persone che abitano qui meritano di vivere un condizioni migliori. Mi auguro che l’arrivo di Papa Francesco, oltre al conforto spirituale, porti anche qualche miglioramento concreto”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy