Teologia: Urbaniana, al via convegno internazionale sul “discernimento”

Inizia oggi, fino al 15, il convegno internazionale di Teologia organizzato dalla Pontificia Università Urbaniana di Roma (via Urbano VIII, 16) su “Il discernimento”. “L’importanza dell’azione del discernere nella vita della Chiesa viene avvertita oggi sempre più da laici, religiosi, presbiteri e vescovi, da quanti sono dediti al servizio dell’evangelizzazione – si legge nella presentazione del convegno -. La necessità di un discernimento è data dai contesti locali e globali sempre più multiculturali e connessi, dalle crisi internazionali generate da guerre e conflitti di diversa natura, dal fenomeno della migrazione che connette popoli e religioni e dell’aumento della disuguaglianza, dai movimenti interni ed esterni alla Chiesa cattolica che chiedono di affrontare le nuove sfide della postmodernità o desiderano un ritorno alla tradizione antica”. Intervengono, tra gli altri, James Keenan, del Jesuit Institute Boston (Usa), il card. Péter Erdo (primate d’Ungheria), mons. Claude Dagens, vescovo emerito di Angouleme e accademico di Francia, il card. Fernando Filoni, prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei popoli. Domani 14 marzo alle ore 11 Enzo Bianchi, fondatore della comunità monastica di Bose, terrà una relazione sul discernimento cristiano della storia tra criteri e prospettive.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy