Austria: prosegue petizione al Parlamento per istituire statistiche nazionali sugli aborti. Sostegno dei vescovi

Ha raggiunto 53.600 firme la petizione on line “Fakten helfen” (Fatti aiutare) per l’istituzione parlamentare di statistiche ufficiali sul numero e le cause degli aborti in Austria. Lanciata nell’autunno scorso, con l’appoggio di molte istituzioni, compresa la Conferenza episcopale austriaca, la petizione è nata dalla mancanza in Austria di una analisi statistica sulla fattualità abortiva: ciò non permette di affrontare il problema, essendo sconosciuto sia il numero degli aborti sia quali ne siano le cause. L’Associazione medica austriaca, il ministero della Famiglia, l’Istituto austriaco per gli studi familiari si sono detti favorevoli all’introduzione a patto che si salvaguardi l’anonimato delle fonti. Il Parlamento il 17 gennaio scorso ha deciso di chiedere un ulteriore parere al Consiglio nazionale delle ostetriche. Si è quindi allungato il tempo per poter firmare la petizione sul sito internet del Parlamento. Aktion Leben – Azione vita, tra le promotrici dell’iniziativa, ricorda che la petizione “richiede statistiche anonime sugli aborti e la loro pubblicazione annuale a livello nazionale e una regolare ricerca scientifica, sempre anonima, che studi le ragioni che portano una donna ad abortire come base per la prevenzione e per l’individuazione di sussidi appropriati”. Gertraude Steindl, presidente di Aktion Leben, ha evidenziato come “una politica moderna non può fare a meno di statistiche e di ricerche causali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy