Dimissioni Marie Collins: padre H. Zollner (Commissione tutela minori), “resistenze e inerzia ci sono”

“È vero che ci sono resistenze” al lavoro della Commissione per la tutela dei minori. Ma la lotta contro la pedofilia richiede “un impegno a lungo termine” . Risponde così padre Hans Zollner, membro della Pontificia Commissione per la tutela dei minori e direttore del Centro per la protezione dei bambini,  alla critica che ha portato Marie Collins, membro della stessa Commissione e in passato vittima di abuso, alle dimissioni. “Capisco che lei sia molto infastidita di questo. Per me è chiaro che non possiamo aspettare che avvenga immediatamente un cambio di cultura, e parliamo di una cultura sia di attenzione sia legale e canonica. Tra l’altro non sono resistenze attive, che minacciano l’esistenza stessa della commissione. Nonostante l’appoggio pieno del Santo Padre, c’è piuttosto una resistenza passiva, una inerzia che porta a non prendere sul serio le questioni poste e a non eseguire subito le cose. Ritengo quindi che sì, queste resistenze esistono e che per Marie, per il suo lavoro e il suo impegno, era una delle cose difficili da sopportare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy