Solidarietà: Tv2000 racconta la storia di cooperativa sociale a Sanremo che promuove inserimento lavorativo di giovani svantaggiati

A Sanremo, a pochi passi dal palco dell’Ariston, una cooperativa sociale promuove con coraggio l’inserimento lavorativo di giovani svantaggiati. A raccontare questa storia di fiducia e speranza è Tv2000. A Laigueglia, in via Dante 18, si trova il wine bar “Le Malebolge”: “Abbiamo un angolo musicale – spiega il responsabile Andrea Faraldo – dove facciamo venire giovani artisti a esibirsi liberamente”. Oltre al wine bar un’osteria, “Au Levantin”, dove lavorano ragazzi con un passato in fuga da zone di guerra e un presente di cuochi, accompagnati da un’educatrice che è anche chef. Una cucina, prosegue Faraldo, “fatta con prodotti molto semplici, povera ma ottima”. Ed è uno di questi giovani, Fasal Abdulahi, a illustrare il menu del giorno. “Mi sono trovata – spiega l’educatrice-chef Monica Vola – a partecipare a questo meraviglioso progetto di inserimento di ragazzi per quanto riguarda la cucina”. I giovani sono tre. L’iniziativa imprenditoriale è promossa dalla cooperativa Jobel del consorzio “Il cammino” ed è fondata su una scelta controcorrente. Quella, sottolinea Alessandro Giulla, della cooperativa, di “fare inserimento lavorativo di ragazzi svantaggiati, provenienti da zone di guerra, con disabilità o in situazioni di marginalità sociale, senza chiedere contributi a nessuno e misurandoci con la logica del mercato vendendo i nostri prodotti. Con il ricavo di questa attività finanziamo il loro inserimento lavorativo”. A svolgere il servizio in sale sono giovani portatori di handicap o in situazioni di marginalità sociale. “Grazie alla cooperativa Jobel – spiega Doriana Luca, responsabile del servizio – diamo loro possibilità di introdursi nel mondo del lavoro”. Aperta da cinque mesi, l’osteria fa 50 coperti e altrettanti ne fa il wine bar, lavorando in bassa stagione tre giorni a settimana.

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa