Sir: le principali notizie di oggi dall’Italia e dal mondo. Amnesty, “carcere mattatoio” in Siria. Sanremo, decolla il Festival

Siria: Amnesty, nel “carcere mattatoio” 13mila detenuti impiccati

Amnesty International sostiene che nella prigione di Saydnaya, a nord di Damasco, 13mila detenuti sarebbero stati giustiziati nell’arco di cinque anni, cioè dall’inizio della rivolta contro il regime di Assad. L’organizzazione per i diritti umani ha proceduto con una serie di interviste a ex carcerati e funzionari pubblici e pubblicato ieri un rapporto in cui emerge che le esecuzioni sarebbero state autorizzate da diretti collaboratori del presidente siriano. Già in passato il regime aveva respinto le accuse di esecuzioni di massa, mentre per Amnesty una o due volte la settimana nel “carcere mattatoio” venivano impiccati gruppi di una ventina di detenuti dopo aver inscenato processi farsa. “L’intento era di stroncare ogni forma di dissenso”, ha spiegato Lynn Maalouf, vice direttore di Amnesty a Beirut.

Francia: violenze della polizia su un giovane, proteste nelle banlieu di Parigi

“So quello che sta accadendo. Amo la mia città e quando tornerò vorrei ritrovarla come l’ho lasciata. Quindi, ragazzi, stop alla guerra. Pregate per me”: sono le parole pronunciate in ospedale da Théo, ragazzo di colore della banlieu parigina di Aulnay-sous-Bois. Fermato giovedì scorso dalla polizia, è risultato alla fine duramente picchiato e, conferma il referto medico, stuprato con un manganello. La terribile notizia – sulla quale peraltro indaga la magistratura – sta facendo il giro del mondo. Anche ieri, per il terzo giorno di fila, si sono avute manifestazioni nella capitale e proteste di piazza. Il Presidente della Repubblica, François Hollande, ha fatto visita al ragazzo in ospedale. Ora i quattro poliziotti del fermo sono stati posti sotto inchiesta, di cui uno per stupro e altri tre per violenze di gruppo. Ma è proprio Théo a cercare di placare le proteste. Dal canto suo Marine Le Pen, leader della destra nazionalista, condanna le “sommosse” nella banlieue e si dichiara, “per principio”, dalla parte degli agenti.

Marocco: Consiglio degli Ulema, stop alla pena di morte per chi lascia l’islam

L’apostasia non conduce più alla condanna a morte. Lo ha deciso Il Consiglio superiore degli Ulema, massima autorità religiosa del Marocco, aprendo di fatto la possibilità della conversione dei fedeli dell’islam ad altre religioni. Si tratta di un ulteriore segnale del Paese africano verso la tolleranza religiosa, sostenuta dal sovrano Mohammed VI, anche in linea con l’intento di contrastare la radicalizzazione e la violenza su base pseudo-religiosa.

Terremoto: premier Gentiloni nel Teramano. “Vi staremo vicini”

“Ce la faremo, vi staremo vicini”. Paolo Gentiloni, presidente del Consiglio dei ministri, ha fatto visita ieri alle zone terremotate del Teramano. Giunto a Montorio al Vomano, ha incontrato le autorità (fra cui il commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, il prefetto, Graziella Patrizi, il sindaco Gianni Di Centa); ha ringraziato vigili del fuoco, protezione civile (rappresentata dal capo del Dipartimento, Fabrizio Curcio) e i volontari soccorritori. Ha ascoltato la gente che gli si avvicinava per essere rassicurata circa la vicinanza dello Stato, gli aiuti e gli interventi per la ricostruzione. “Una parte del nostro Paese è stata ripetutamente colpita in modo molto grave. Non si è trattato di un episodio. ma purtroppo di una sequenza. Questo non deve incrinare la coesione delle nostre comunità e la fiducia nel futuro”. Gentiloni ha aggiunto: “Bisogna lavorare e lavorare in fretta perché solo se le istituzioni saranno veramente unite e rapide, questo potrà consentire di restituire fiducia ai nostri territori”.

Scuola: iscrizioni alle superiori, in testa liceo scientifico, cresce il classico

Si sono chiuse le iscrizioni alle scuole superiori italiane. Dai primi dati emerge che in cima alle preferenza degli studenti resistono i licei, seguiti da istituti tecnici e poi dai professionali. Il ministero dell’Istruzione conferma la crescita complessiva di scientifico, classico, artistico, linguistico e altri licei, che nel loro insieme hanno raccolto il 54% delle iscrizioni. Poi gli istituti tecnici al 30% e i professionali al 16%. In aumento i giovani che intendono frequentare il classico (circa il 6%), ma al primo posto rimane il liceo scientifico (25%).

Sanremo: decolla il Festival, fra musica, cronaca, nostalgia e satira

Ha preso avvio ieri sera, dal Teatro Ariston di Sanremo, il Festival della canzone italiana, guidato da Carlo Conti e Maria De Filippi. Consueto scenario Rai, fra luci, fiori, pubblico in alta uniforme. Musica, interviste, gag, qualche spazio alla commozione ricordando le edizioni passate. Tiziano Ferro rende omaggio a Luigi Tenco a 50 anni dalla morte. Sul palco gli “eroi del quotidiano” soccorritori di protezione civile, guardia di finanza, croce rossa, soccorso alpino, esercito, vigili del fuoco; fra loro anche le unità che hanno operato a Rigopiano. Tante immagini e note della gara canora del passato (da Nilla Pizzi, 1951, in avanti), poi la satira, sempre pungente verso i politici, di Maurizio Crozza. Quindi un omaggio a Claudio Villa, scomparso esattamente 30 anni fa e la musica scatenata di Ricky Martin, primo ospite straniero. La cronaca racconta anche dei big in gara, ma in uno spettacolo a 360 gradi non sembrano essere la priorità.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa