Diocesi: Milano, prosegue campagna “Cresciuto in oratorio”. Poretti (attore), “il prete mi ha lanciato sul palcoscenico”

“Le risate più belle sono iniziate in oratorio. E non sono ancora finite”. Con questo slogan Giacomo Poretti, del trio Aldo, Giovanni e Giacomo, si racconta per la campagna “Cresciuto in oratorio”. Poretti ha spiegato di essere stato spinto sul palcoscenico per la prima volta, giovanissimo, dal sacerdote del suo oratorio, il San Giovanni Bosco e Santa Chiara di Villa Cortese (Milano). Lì l’attore ha scoperto di saper far ridere e ne ha fatto una professione. Giacomo Poretti è uno dei volti della campagna “Cresciuto in oratorio”, promossa da Odielle (oratori diocesi lombarde) e finanziata dalla Regione Lombardia che vede la partecipazione anche dei calciatori Beppe Bergomi e Manuel Locatelli, del tennista Corrado Barazzutti, della cantante ora a Sanremo Bianca Atzei, del cantautore Davide Van de Sfroos. Ma anche della giovane Chiara Alberti, di Giuseppe Gorini, 42 anni, imprenditore agricolo con una laurea in scienze agrarie; Jaime Vaca Rodas, 23 anni, milanese di origine boliviana laureato in Scienze dei beni culturali; Gabriella Ciceri, mamma di 44 anni, impiegata in un ufficio commerciale e Rosanna e Michele Rizza, nonni di 24 nipoti, impiegati all’Agenzia delle entrate ora in pensione, membri dell’Associazione nonni 2.0.
Un progetto che si compone dei volti dei testimonial, ma anche di chi vorrà raccontare la propria esperienza di oratorio andando sul sito della campagna www. cresciutoinoratorio.it nella sezione “racconta”, caricando una propria foto e il proprio testo; la stessa cosa, sulla pagina Facebook. Volti e le voci, poi, di chi vorrà raccontare in un video, di massimo novanta secondi, perché il suo oratorio è un luogo speciale; o in musica, mandando la demo del gruppo dell’oratorio a cui appartiene.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy