Papa Francesco alla chiesa anglicana: gemellaggio tra All Saints e Ognissanti, “un passo verso l’unità”

“Un passo verso l’unità”. Si intitola così il testo dell’accordo che domani formalizzerà un “gemellaggio” tra la parrocchia cattolica di Roma Ognissanti di via Appia Nuova, e la parrocchia della Chiesa anglicana All Saints di Roma in via del Babbuino. In realtà – spiegano alla All Saints – esiste un gemellaggio informale da oltre dieci anni tra le due comunità. Con la firma di questo accordo si “formalizzerà” pertanto un rapporto già esistente, con l’obiettivo di “continuare a lavorare congiuntamente al servizio dei poveri e, così facendo, approfondire la nostra amicizia”. Nel testo – che il Rev. Jonathan Boardman, cappellano della All Saints, ha dato per conoscenza al Sir -, cattolici e anglicani si impegnano a “celebrare l’unità che già possediamo in Cristo nostro Signore; gioire della bellezza e del valore delle nostre diverse tradizioni; abbracciare la visione e la consolazione della nostra fede comune; viaggiare come compagni in questo cammino verso l’unità piena e visibile”. Inoltre, si individuano aree di collaborazione concreta. Nell’ambito spirituale, cattolici e anglicani sono incoraggiati ad “ascoltare e imparare gli uni dagli altri” e a “pregare per l’unità e pregare insieme”. Nel campo più “intellettuale”, vengono incoraggiate tutte le iniziative di “studio congiunto della Bibbia”, per “esplorare le rispettive tradizioni e conoscere le rispettive liturgie”. Cattolici e anglicani si impegnano poi a “dare supporto concreto nel servizio verso i poveri”, pianificando eventi congiunti, attività di gruppo e condivisione dei pasti. Il testo esorta, infine, i fedeli di entrambe le comunità a “riconoscere l’importanza dell’ecumenismo nelle nostre azioni quotidiane”. Il Rev. Boardman sottolinea quanto sia importante lavorare insieme per la città di Roma: “E’ un imperativo – dice -. Dobbiamo farlo. Perché la nostra divisione – come ha detto qualche giorno fa papa Francesco a Santa Marta – è uno scandalo. Gli scandali esistono, ma uno degli scandali più grandi è l’incapacità dei cristiani di dimenticare i loro litigi e dare testimonianza comune”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia