Papa a Milano: Giacomo Poretti, “gli stranieri li abbiamo sempre accolti e agli argentini vogliamo molto bene”

“Non ti fare intristire da certe frasi che ti avranno riportato. Noi gli stranieri li abbiamo sempre accolti”. Lo afferma Giacomo Poretti, l’attore comico del trio “Aldo, Giovanni e Giacomo”, rivolgendosi a Papa Francesco nella prima delle video-lettere “Caro Papa, ti racconto Milano” diffusa oggi da www.papamilano2017.it, ad un mese esatto dalla visita del Pontefice nel capoluogo lombardo. “Noi agli argentini vogliamo molto bene”, aggiunge Poretti, riferendosi ai calciatori Milito, Cambiasso e Zanetti, “i tuoi connazionali che hanno fatto benissimo nella nostra città”. “Milano è una città che sta cambiando”, prosegue il comico, stigmatizzando alcune “bizzarrie” locali, come il “bosco verticale, premiato come il palazzo più bello del mondo”, “perché noi milanesi siamo un po’ avanti e i boschi li facciamo verso il cielo”. “Noi milanesi – confessa Poretti – siamo un po’ ‘bauscia’, in argentino ‘pomposo, altinero’, ma non siamo cattivi”. “E se verrai in piazza Duomo – avverte – non farti ingannare dalle palme” che “fanno sembrare di essere a Miami o in Palestina a noi a cui manca il caldo perché abbiamo sempre la nebbia”. “Non vediamo l’ora di incontrarti”, assicura Poretti nel video realizzato con uno smartphone nel salotto di casa. “Nella prossima lettera ti dovrò fare tante domande – conclude l’attore – perché noi milanesi siamo pieni di dubbi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia