Tratta: Bianchini (coop. Lotta contro emarginazione Sondrio), “fenomeno in continua evoluzione”

“Il fenomeno della tratta è profondamente cambiato negli ultimi vent’anni. Prima interessava solo lo sfruttamento di donne sulla strada oggi invece si è esteso anche al sesso maschile e interessa locali e case di privati, rendendo così più difficile l’intervento. Tra l’altro vi è una stretta connessione tra tratta, grave sfruttamento del lavoro ed economia illegale”. A dichiararlo Tiziana Bianchini, della cooperativa Lotta contro l’emarginazione di Sondrio, durante il convegno “Tratta e grave sfruttamento –Fenomeno e politiche” nell’ambito del “Coordinamento nazionale immigrazione” (Cni) di Caritas Italiana, l’appuntamento annuale riservato agli operatori, ai volontari e a tutte le persone che quotidianamente si occupano dell’accompagnamento migranti e dell’accoglienza all’interno della rete Caritas, dal 22 al 24 febbraio, in corso a Firenze. Quattro i focus tematici su cui si articola la tre giorni: “Verso la buona accoglienza” di cui si è parlato ieri; “Tratta e grave sfruttamento – Fenomeno e politiche”; “Media e immigrazione” in programma per oggi; e “Progetti nazionali” che concluderà il Cni. Circa 150 le delegazioni che sono giunte nel capoluogo toscano da tutta Italia. “Il problema cruciale – ha concluso Tiziana Bianchini – resta però la continua evoluzione del fenomeno che impedisce di fare previsioni sul futuro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy