Carmelitani: Vietnam, in 170 all’incontro internazionale del laicato di Asia, Australia e Oceania

Sono state 170 le persone che hanno partecipato al III Incontro internazionale del laicato carmelitano di Asia-Australia-Oceania che si è svolto dal 15 al 20 febbraio presso il centro diocesano per ritiri “Bãi Dâu” di Vung Tau in Vietnam. I partecipanti, provenienti soprattutto da Filippine, Indonesia, Vietnam, Australia e Nuova Zelanda, hanno riflettuto sul tema “Dalla comunità alla famiglia. Come i laici carmelitani vivono il carisma nella vita quotidiana”. Le relazioni principali sono state affidate al priore generale dell’Ordine carmelitano, padre Fernando Millán Romeral (“Carmelo e famiglia, una relazione che viene da lontano”), a padre Benny Phang Khong Wing, consigliere generale per l’Asia, Australia e Oceania (“Costruire famiglie ‘Theotokos’”), e a padre Michael Kissane, provinciale della Provincia Americana di Sant’Elia, che – si legge in una nota – “partendo dall’Esortazione Apostolica ‘Amoris Laetitia’, si è concentrato sulle figure di santa Teresa di Lisieux e del beato Tito Brandsma come esempi carmelitani di una spiritualità familiare”. Nel corso dei lavori, anche alcuni laici provenienti da diverse comunità “hanno condiviso le loro esperienze su questo aspetto, che si sono rivelate molto arricchenti”. “L’accurata preparazione, effettuata dai fratelli del Vietnam e dalle sorelle della Famiglia Missionaria Donum Dei – conclude la nota – ha fatto sì che questo incontro sia stato un tempo di riflessione e di fraternità, molto importante per la crescita della famiglia carmelitana in questa parte del mondo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy