Papa Francesco: udienza, “l’orgoglio umano, sfruttando il creato, distrugge”. “Prestare ascolto ai gemiti dell’interno creato”

“L’orgoglio umano, sfruttando il creato, distrugge”. È il monito pronunciato a braccio dal Papa, che nell’udienza di oggi ha esortato a “prestare ascolto ai gemiti dell’intero creato”. “Se facciamo attenzione – le parole di Francesco – intorno a noi tutto geme: geme la creazione stessa, gemiamo noi esseri umani e geme lo Spirito dentro di noi, nel nostro cuore”. “Questi gemiti non sono un lamento sterile, sconsolato”, ma – come spiega Paolo – “sono i gemiti di una partoriente, sono i gemiti di chi soffre, ma sa che sta per venire alla luce una vita nuova”. “E nel nostro caso è davvero così”, il commento del Papa, secondo il quale “noi siamo ancora alle prese con le conseguenze del nostro peccato e tutto, attorno a noi, porta ancora il segno delle nostre fatiche, delle nostre mancanze, delle nostre chiusure”. Nello stesso tempo, però, “sappiamo di essere stati salvati dal Signore e già ci è dato di contemplare e di pregustare in noi e in ciò che ci circonda i segni della Risurrezione, della Pasqua, che opera una nuova creazione”, ha proseguito Francesco: “Questo è il contenuto della nostra speranza”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy