Conflitto israelo-palestinese: venerdì 24 “Rondine” ospita “Semi di pace”

La XIX edizione “Semi di pace”, il progetto promosso dalla rivista “Confronti”, vede quest’anno la collaborazione con Rondine Cittadella della Pace che, venerdì 24 febbraio alle ore 15, ospiterà la delegazione composta da operatori che lavorano quotidianamente per il dialogo nelle diverse realtà in Israele e nei Territori palestinesi per condividere con il pubblico le proprie esperienze nell’impegno a favore della pace nonché le molteplici analisi sul conflitto. Il progetto sostenuto dal contributo dell’8 per mille della Chiesa valdese-Unione delle chiese metodiste e valdesi, nasce per dare voce a israeliani e palestinesi impegnati nell’educazione alla pace. Il progetto si propone di mostrare la complessità della situazione in Medio Oriente attraverso la viva testimonianza di persone che lavorano quotidianamente per il dialogo nelle diverse realtà in Israele e nei Territori palestinesi.
La delegazione che dal 20 al 25 febbraio 2017, porterà la propria testimonianza in tutta Italia sarà composta da Najwa S. I. Saadeh e Shulamit Tamara Rabinowitz dell’associazione Parents’ Circle, composta da famiglie israeliane e palestinesi che hanno avuto in comune la sorte di vedere i propri familiari morire a causa del conflitto; Orna Akad, israeliana, e Suzan Sahori, palestinese, rappresentanti rispettivamente di Sindyanna of Galilee e del Bethlehem Fair Trade Artisans, organizzazioni dedite allo sviluppo sostenibile e alla promozione di azioni di commercio “equo e solidale” con particolare attenzione ai diritti soprattutto delle donne e ad uno spirito di cooperazione.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy