Conferenza RnS: card. Bassetti (Cei), “Spirito Santo principio di unità del corpo di Cristo”

“Lo Spirito Santo è principio di unità del corpo di Cristo, un principio che è unione di diversità complementari”. Lo ha detto il presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, nel suo messaggio per la 41ª Conferenza nazionale degli animatori del Rinnovamento nello Spirito Santo, aperta ieri a Rimini. Il porporato ha espresso apprezzamento per il tema: “È bello e significativo il versetto da voi scelto ‘Riguardo ai doni dello Spirito non voglio lasciarvi nell’ignoranza’, tratto dalla Prima lettera ai Corinzi, perché questo piccolo brano, che prosegue con un elenco dei doni possenti dello Spirito, ci ricorda una novità profonda del nostro vivere in Cristo”. Il cardinale ha poi spiegato che “diversi sono i carismi, ci dice san Paolo, ma unico è lo Spirito così come vi sono diversi ministeri, ma uno solo è il Signore. Ecco la magnificenza, la mirabile disposizione divina della varietà nell’unità, dell’essere ciascuno chiamato individualmente a esprimere la potenza e la bellezza di un diverso dono di Dio e, allo stesso tempo, a esercitarlo comunitariamente nell’armonia e nell’equilibrio di un unico organismo. Una generosa e continua dialettica delle membra che contribuiscono insieme allo sviluppo dell’intera persona”. Durante l’omelia della celebrazione eucaristica che ha presieduto, il vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi, ha messo in risalto, invece, il rapporto tra carisma e santità: “Occorre ricordare che il carisma non è dato a causa della santità o in vista della santità di una persona, ma è vero che il suo esercizio non si mantiene sano e retto, e finisce per non servire per l’utilità comune, se non riposa sugli stessi sentimenti di Cristo Gesù – ha concluso -. La carità non addiziona i carismi, ma li moltiplica: fa del carisma di uno il carisma di tutti e del carisma di tutti il carisma di ciascuno”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori