Papa in piazza di Spagna: frati minimi (S. Andrea delle Fratte), “un dono grande per la nostra comunità”

“La visita del Santo Padre è un dono grande per la nostra comunità che vogliamo accogliere con sincera riconoscenza e condividere anche con voi che ci seguite da vicino e da lontano”. È quanto scrivono i frati minimi, in un comunicato, alla vigilia della visita privata nella basilica di Sant’Andrea delle Fratte, per venerare il quadro della “Madonna del Miracolo”, novità dell’8 dicembre di quest’anno. Papa Francesco arriverà domani nella basilica romana, a pochi minuti a piedi da piazza di Spagna, subito dopo il tradizionale atto di venerazione alla statua dell’Immacolata, appuntamento molto caro ai romani, che per l’occasione “blindano” festosamente la zona con la loro presenza. Francesco è il secondo papa che entra in Sant’Andrea delle Fratte, dopo San Giovanni Paolo II, che vi giunse in visita pastorale il 28 febbraio 1984. Il quadro della Vergine di Sant’Andrea delle Fratte, opera straordinaria del siciliano Natale Carta – ricordano i frati nella nota – ritrae l’Immacolata della Medaglia Miracolosa, apparsa in questa stessa basilica all’israelita Alfonso Ratisbonne, convertendolo a Cristo. Era il 20 gennaio 1842, 175 anni fa. Lo stesso quadro in occasione dell’inizio delle celebrazioni del 175° è stato esposto nella basilica vaticana per il Te Deum del 31 dicembre e per la messa del 1° gennaio. La parrocchia di Sant’Andrea delle Fratte appartiene all’ordine dei frati minimi di san Francesco di Paola, per concessione di Sisto V con bolla 7 agosto 1585.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia