This content is available in English

Notizie Sir del giorno: messaggio Papa per 55ª Giornata mondiale vocazioni, risposta Chiesa a emergenza salute mentale, vescovi svizzeri su chiusura negozi a vigilia di Natale

Papa Francesco: messaggio Giornata mondiale vocazioni, “non siamo immersi nel caso”

“Non siamo immersi nel caso, né trascinati da una serie di eventi disordinati, ma, al contrario, la nostra vita e la nostra presenza nel mondo sono frutto di una vocazione divina”. A ricordarlo è il Papa, nel messaggio per la 55ª Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni, in programma il 22 aprile sul tema: “Ascoltare, discernere, vivere la chiamata del Signore”. (clicca qui)

Salute mentale: don Angelelli (Cei), “patologie psichiatriche in aumento”. Forte impegno Chiesa ma servono più “percorsi di cura, accompagnamento, sostegno”

Un Tavolo nazionale per la salute mentale istituito nel 2014 presso l’Ufficio nazionale Cei per la pastorale della salute, di cui oggi fanno parte il neodirettore dell’Ufficio don Massimo Angelelli, il suo predecessore padre Carmine Arice e quattordici autorevoli professionisti del settore. Oltre 160 Residenze sanitarie assistenziali di ispirazione cattolica che si occupano di persone affette da disturbi mentali, oltre agli ospedali dotati di reparti per la cura di malattie psichiatriche in fase acuta. (clicca qui)

Svizzera: Conferenza episcopale, richiamo al rispetto della domenica. “Chiusura dei negozi almeno alla vigilia di Natale”

La Conferenza dei vescovi svizzeri vorrebbe che i negozi “non aprissero tutte le domeniche prenatalizie”, tantomeno la quarta domenica d’Avvento, che quest’anno “cade proprio all’inizio delle festività”, e invita quindi “i proprietari di negozi a desistere dall’apertura la domenica 24 dicembre”. I vescovi elvetici già più volte in passato avevano sottolineato che “la domenica è un giorno di riposo e ripresa, un giorno consacrato al Signore, alla famiglia, alle relazioni umane”, e ciò vale tanto più quando come quest’anno, la vigilia di Natale cade di domenica. (clicca qui)

Ue: commissario Hahn in Bosnia Erzegovina. Richiamo alle autorità, “mancanza di progressi sulle riforme”

(Bruxelles) È oggi a Sarajevo il Commissario per la politica di vicinato dell’Ue Johannes Hahn per “rinnovare l’impegno dell’Ue a sostenere il Paese nel suo cammino verso l’Ue e per discutere dell’implementazione delle misure e delle riforme necessarie”, spiega una nota dell’Esecutivo. Sono previsti incontri con il presidente del Consiglio dei ministri Denis Zvizdić, i membri della presidenza Dragan Cović e Bakir Izetbegović, i partiti che nel 2015 hanno firmato l’”Impegno scritto” in vista dell’integrazione. (clicca qui)

Infanzia: Sip-Siedp, un bambino su 10 è obeso, due su 10 sono in sovrappeso. Un documento e un decalogo per prevenire e contrastare il fenomeno

Circa il 5% dei bambini/adolescenti italiani con obesità ha valori di glicemia superiori ai limiti di normalità, condizione definita di pre-diabete. Più del 30% dei bambini obesi ha valori di trigliceridi e/o colesterolo Ldl elevati e colesterolo Hdl (colesterolo buono) ridotto rispetto ai valori di normalità, condizione che li espone a rischi di sindrome metabolica e alla comparsa di arteriosclerosi. (clicca qui)

Nuova scossa ad Amatrice: mons. Pompili (Rieti), “riproduce fantasmi che ci auguravamo fossero definitivamente sepolti”

“Questa ennesima scossa riproduce fantasmi che ci auguravamo fossero definitivamente sepolti”. Lo dice al Sir mons. Domenico Pompili, vescovo di Rieti, dopo la scossa di stanotte, alle ore 00.34 con magnitudo 4.0, vicino ad Amatrice. Il terremoto è stato avvertito specialmente dalle famiglie che alloggiano nelle abitazioni temporanee (soluzioni abitative di emergenza, le “Sae”) allestite nei villaggi dei comuni già colpiti dal terremoto dello scorso anno. “Anche se le casette non hanno riportato danni, l’atmosfera si è un po’ appesantita – afferma il vescovo -, l’augurio è che si riesca a uscire presto da questo stato di incertezza”. (clicca qui)

Catania: cattedrale chiusa da ieri per l’occupazione da parte dei senzatetto. La Caritas: le porte della mensa sono aperte a tutti

Cattedrale chiusa da ieri a Catania e celebrazioni spostate nella Basilica Collegiata. Si legge in un cartello affisso all’ingresso, dopo l’occupazione del sagrato da parte dei senzatetto dei quartieri periferici della città. Una forma di protesta per chiedere all’amministrazione comunale l’assegnazione di alloggi popolari. La Caritas diocesana ha diffuso una nota in cui precisa la propria posizione “di apertura e disponibilità assoluta nei confronti di tutti i bisognosi che si presentano quotidianamente alla mensa dell’Help Center, presso la stazione centrale”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia