Amoris laetitia: mons. Sequeri, “se si inceppa la relazione tra uomo e donna si inquina il mondo”

“Se si inceppa la relazione tra uomo e donna si inquina il mondo”. Lo ha detto mons. Pierangelo Sequeri, preside del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II per le scienze del matrimonio e della famiglia, intervenendo stasera alla presentazione del volume “Amoris laetitia, la sapienza dell’amore. Fragilità e bellezza della relazione nel matrimonio e nella famiglia” (Edizioni Studium), frutto della riflessione comune condotta dai professori dei due dipartimenti della Facoltà di teologia dell’ateneo dei gesuiti, a partire dal magistero di Papa Francesco. “Il legame uomo-donna-generazioni non è un capitolo della teologia morale o della pastorale”, ha esordito Sequeri, “ma è la forma attuale dell’antropologia filosofica”. “Abbiamo molti strumenti, categorie, concetti sul sapere dell’amore e ancora pochi linguaggi per dire la centralità del legame uomo-donna, che definisce la storia stessa dell’uomo”, la denuncia del teologo riguardo all’impostazione della teologia del matrimonio e della famiglia. “Il tema delle molestie sessuali – il riferimento all’attualità – sta diventando, malgrado la sua natura, il lievito per far emergere l’idea che la questione del legame tra uomo e donna, non solo coniugale ma anche comunitario, ha bisogno di tutt’altra considerazione. Altrimenti va al di sotto della soglia dell’umano, e anche la società va sotto la soglia dell’umano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia