Televisione: Rai Vaticano, Terra Santa e Siria nella puntata del 2 gennaio di “Viaggio nella Chiesa di Francesco”

Quali sono i volti, oggi, di una Chiesa in uscita, come chiede Papa Francesco? Come testimoniare il Vangelo della pace e del dialogo, in Paesi lacerati da guerre e conflitti sociali o in metropoli alle prese con le contraddizioni del mercato e delle diseguaglianze? A offrire un reportage a due facce è lo speciale “Le frontiere della speranza”, per la rubrica “Viaggio nella Chiesa di Francesco”, il programma di Massimo Milone, realizzato da Rai Vaticano, in onda martedì 2 gennaio alle 23,50 su Raiuno. Con Piero Marrazzo un viaggio che dalla Terra Santa porterà fino a Damasco, in Siria, interrogandosi sulla possibile convivenza tra religioni e popoli sulle orme di San Francesco, ottocento anni dopo l’istituzione della Custodia di Terra Santa curata dai francescani, oggi 270 di quaranta nazionalità diverse. I francescani non hanno mai abbandonato la Siria stremata da guerra civile ed esodi, anche nei sei difficili anni di conflitti, con mezzo milione di morti e sei milioni di profughi. “Testimoni di pace e di dialogo – spiega il Custode fra Francesco Patton – nella terra dove tutto ha avuto inizio”. Due milioni i cristiani nel 2011 in Siria, oggi ne resta appena 1 milione. Con Rai Vaticano testimonianze di rinascita e di speranza. Il volto di una Chiesa, ospedale da campo e laboratorio di accoglienza, tolleranza e integrazione.
Poi riflettori su Milano, la diocesi più grande d’Europa. L’arcivescovo Mario Delpini racconta a Costanza Miriano la sfida di “partire dallo sguardo verso l’altro” vivendo la città “come vocazione a creare legami”. Con Stefano Girotti, nello speciale, la storia del Refettorio ambrosiano nato, dopo l’Expo, da un’idea dello chef stellato Massimo Bottura. Cibo per i più bisognosi, ma anche eventi per lo spirito insieme alla Caritas diocesana. Con Filippo di Giacomo, infine, la storia della Chiesa ambrosiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy